Close

Peperoni cruschi

Ingredienti:

  • Peperoni di Senise
  • sale q.b.
  • 2 uova
  • sale q.b.
  • olio evo
  • 1 ago
  • filo

Fare essiccare i peperoni:

Innanzitutto è importante scegliere la giusta varietà di peperoni. In effetti un peperone troppo grande andrebbe a marcire. Invece bisogna scegliere un peperone con la polpa sottile. Dunque il peperone di Senise è perfetto per questa ricetta.

Prendere l’ago ed il filo e farlo passare attraverso il picciolo dei peperoni, così fino a formare la nostra “surja di vajanelle” (collana di peperoni).

Ci vogliono tre mesi per essiccarli. Infatti è consigliabile farlo d’estate in modo da poter appenderli sul balcone per farli essiccare sotto il sole. Hanno bisogno però di un attenzione notevole, rientrarle se piove.

Dopo i 3 mesi di essiccazione togliere i peperoni della collana e metterli in una cesta o un sacchetto a temperatura ambiente.

Con essi si può anche realizzare una polverina per condire salumi, pancetta, piatti come pasta e fagioli per esempio.

Procedimento:

Fare riscaldare l’olio evo in padella e buttare i peperoni dentro, girare velocemente 1-2 minuti e toglierli, se no si anneriscono. Condire con sale.

Possiamo riutilizzare l’olio di cottura per fare cuocere le uova proprio perché si è insaporita con i profumi dei peperoni cruschi. Dunque, fare friggere le 2 uova nell’olio ed aggiungere una spolverata di peperoncino essiccato. Servire con i peperoni cruschi.

Il nostro piatto sanizzo è pronto! 
Adesso tocca a te. 
Buon appetito e non dimenticare di condividere la tua opinione e i tuoi risultati nei commenti.

Grazie a Maria Antonuccio per la sua fantastica ricetta sanizza

Consigli:

Ti consigliamo di conservare i peperoni cruschi in una cesta o un sacchetto in un luogo fresco. Il trucco per assicurarti che non marciscano sta nel rimuovere il “picciuolo” dal peperone.